La regina degli ibridi white widow

white-widow

Con annessi racconti e aneddoti dei nostri bisnonni che narravano di tradizioni, canti ed balli che accompagnavano la lavorazione e la raccolta della white widow o canapa. Osservando la Italia passi in avanti ne sono stati fatti, nelle Marche ad esempio di recente è stata approvata la legge quale consente l’utilizzo della cannabis per scopi terapeutici, ciononostante a livello nazionale non possiamo ancora parlare successo piena attuazione di codesto potenziale. E lo scorso 4 dicembre il premier ha ribadito queste intenzioni in un discorso tenuto al parlamento per la presentazione del governo centrale. Per esempio, la sativa è conosciuta per i suoi effetti energetici ed stimolanti.

Nel corso della storia la cannabis sativa è stata usata per gli scopi più svariati: oltre all’uso ricreativo, spiccano l’importante uso tessile e quello edile, senza dimenticare la produzione di carta e l’uso culinario dei semi e dell’olio derivato da essi. Mentre se parliamo di funghi la commercializzazione è illegale, la commercializzazione di spore e integralmente legale, dato il fatto che non contengono preparati psicoattive! Allo stato delle cose, chiediamo che il mercato ed il consumo di cannabis siano depenalizzati, come già per l’alcool e per il tabacco. C’è molto accordo nel mondo scientifico su come debba essere classificata la Cannabis.

Contrapposizione alla criminalità: se si esclude il coltivatore privato con la sua piantina sul balcone (che in qualunque modo rischia la denuncia) oggi il mercato della marijuana è nelle mani delle organizzazioni criminali. La sativa è fonte di moltissime materialità; si possono ricavare corde, tessuti, solventi, carta, prodotti edili, carburanti e sostanze terapeuticamente utili (farmaci). Per questo, chiediamo che cessi la inattuabile discriminazione fra consumatori di droghe che per legge sono legali (tabacco, nicotina e alcool) e illegali (cannabis), legalizzando il mercato ed il consumo della cannabis.

Se questa misura non passasse, ci sarebbe un alto rischio che la mancata depenalizzazione del mercato e del consumo della cannabis, a fronte della legalizzazione di sostanze ben più pericolose quali l’alcool, il tabacco e la nicotina, sia considerato non solo come una clamorosa svista, ma come un grave elemento di contraddittorietà ed ipocrisia nella strategia repressiva che contraddistingue oggi l’Italia e la comunità internazionale.

Ancora una volta, noi siamo convinti che è considerato proprio grazie al proibizionismo che si crea il mercato nero, e pertanto l’opportunità di guadagno per le mafie (si ricordi l’esempio fallimentare del proibizionismo sull’alcool negli Stati Uniti negli anni Venti dello scorso secolo), solo per fare un esempio, la depenalizzazione del mercato ed del consumo della cannabis sottrarrebbe alle organizzazioni criminali la quasi totalità degli introiti derivanti dal traffico illecito.

Così sui verbali di sequestro ritroverete sempre indicato Cannabis Indica, mentre al consorzio agrario potete acquistare semi di Cannabis Sativa. Diversamente dai coffee shop successo Amsterdam, che sono per fine di lucro, la quota conferita per l’erba sarà ad offerta libera. Le cime delle Sativa tendono a crescere più larghe di altre, anche se la loro densità è inferiore. Prima dell’avvento del proibizionismo della cannabis, questa varietà era la più comune nel mondo Occidentale. In diverse religioni, inoltre, la cannabis sativa ha giocato un ruolo fondamentale (si pensi all’induismo al rastafarianesimo).

La cannabis indica è una singola varietà di canapa quale cresce soltanto nelle valli himalayane e del Pamir: Persino nel Sud dell’India è praticamente impossibile reperire piante di Indica ed l’unica marijuana Indica, disponibile in Europa, è quella prodotta con alcuni ibridi, olandesi e americani, successo cannabis indica. Coltivare Sativa un altro genere di cannabis può essere la stessa cosa se si è alle prime esperienze. La mia valutazione è che i non residenti non debbano disporre accesso alle sostanze esclusivamente per motivi pragmatici (cioè la Francia confinante, comunemente iperproibizionista e con un grande peso politico); tu invece accetti l’idea successo una quantità inferiore per gli stranieri.